chiodi-di-garofano
Le spezie in miscelazione – Chiodi di Garofano
19 Marzo 2021
cannella
Le spezie in Miscelazione: la Cannella
2 Aprile 2021

Le spezie in miscelazione – Fiori di Ibisco

fiori di ibisco

Si scrive Fiori di Ibisco, ma spesso si legge KARKADE’. Che li conosciate con un termine, o con l’altro, poco importa. Oggi vi diremo tutto su questa spezia, partendo dalle sue origini, storia e proprietà, fino ad arrivare, chiaramente, all’utilizzo in Miscelazione

 

Descrizione e origini

L’ibisco è una pianta arbustiva della famiglia della Malvaceae ed è famoso grazie ai suoi fiori, che potremmo visivamente riconoscere dal loro carnoso calice di colore rosso. 

La pianta è coltivata prevalentemente in Africa, ma anche in altre aree tropicali dove il clima è prevalentemente caldo. 

Dai fiori si ricava una bevanda, che può essere consumata sia calda che fredda, chiamata KARKADE‘, che deriva da karkadeb, termine dialettale usato in Etiopia per chiamare la pianta. 

 

Cenni storici

Il Karkadè è giunto in Italia grazie alle esportazioni derivanti dal colonialismo dell’epoca. Tuttavia, il picco dei consumi della bevanda arriverà nel periodo fascista quando, per sabotare il consumo di prodotti stranieri, viene imposto di sostituire il tè inglese con il Karkadè della colonia Etiope. 

Pochi anni prima, il Kardadè raggiunge una certa popolarità anche in America, dove veniva consumato al posto del vino (data la somiglianza del colore). 

 

Proprietà e benefici

L’Ibisco è un ottimo alleato per la nostra salute e il nostro benessere. Ecco alcune delle sue proprietà: 

  • Contrasta l’invecchiamento cellulare grazie alle proprietà antiossidanti
  • Agisce da anti-infiammatorio e analgesico naturale
  • Contrasta infezioni alle vie urinarie, grazie alle proprietà diuretiche e antisettiche 
  • E’ un rimedio per l’ipertensione: aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna
  • Ha un leggero e blando effetto lassativo, utile in caso di stipsi.  

 

I fiori di ibisco in Miscelazione

Come vi abbiamo raccontato qualche riga fa, dai fiori di ibisco si prepara il celebre infuso chiamato Karkadè.
L’infuso ha un colore rosso intenso, sapore acido e molto aromatico.
Molto versatile e ottimo per le preparazioni Home-Made. 

L’infuso è la base di partenza per ottenere uno sciroppo, uno shrub o una soda. 

Una delle caratteristiche di questa pianta che io preferisco è il rilascio del colore, rubino, oltre alle gradevoli note acide.

Oggi vi proponiamo uno shrub all’ibisco proveniente da una rivisitazione di una nota bevanda nord africana a base di ananas, menta e ibisco

Per la preparazione di questo shrub:

  • Marinare 100 g di ananas con 90 g di zucchero muscovado e 10 g di clorofilla di menta (che è semplicemente un modo figo per definire le bustine di infuso alla menta che trovi al supermercato, ma puoi anche ottenerla essiccando la menta che a fine servizio avresti buttato via)
  • Creare successivamente un estratto e andare a raddoppiarne il volume con un eguale quantità di sciroppo di ibisco.
  • Misurare il volume del composto e aggiungere aceto a piacere (io non supero mail 20%)

Ingrediente ottimo allungato con acqua o soda, ma anche come  sottobilanciamento di note dolci e acide.
Ottimo col tequila. 


Continuate a seguirci per nuovi spunti e tips sul mondo delle spezie in miscelazione. E non perdetevi il nostro corso di Home Made & Bitter dedicato alle preparazioni artigianali, presto anche online! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Inizia chat
Vuoi informazioni sui nostri corsi?
Ciao, se vuoi informazioni sui nostri corsi non esitare a scriverci 🍹