cottura-a-bassa-temperatura-in-miscelazione-copertina
La cottura a bassa temperatura in Miscelazione
28 Agosto 2020
mix & pour
La tecnica Mix & Pour
11 Settembre 2020

La crema del caffè espresso

crema-caffè-espresso

Un buon espresso si riconosce dalla sua crema: da quest’ultima inoltre, possiamo scoprire più informazioni di quanto immaginiate. Ma che cos’è esattamente la crema del caffè espresso? E soprattutto, come si forma? Scopriamolo!

 

Come nasce 

La crema dell’espresso non è altro che un’emulsione ottenuta grazie al passaggio dell’acqua calda attraverso il pannello del nostro caffè macinato. Il perfetto risultato sarà visibilmente riconoscibile e dipenderà da diversi fattori, come la temperatura dell’acqua, la pressione della macchina, e la qualità del caffè. Se tutti questi elementi raggiungeranno il giusto equilibrio, nella nostra crema troveremo una perfetta combinazione di oli essenziali, acqua, caffeina, proteine e zuccheri. 

 

Analisi visiva della crema del caffè espresso 

Ecco alcuni casi a cui possiamo trovarci di fronte, e che ci permetteranno non solo di riconoscere le varie miscele e tipologie di prodotto, ma anche di distinguere un espresso ben fatto da uno non così eccellente. 

  • Crema spessa, colore tendente al grigio, trama larga: Miscela robusta 
  • Crema sottile, compatta e persistente, con tigrature: : Caffè 100% arabica, ricca di oli essenziali 
  • Crema con macchia bianca: Probabile sovra-estrazione del caffè
  • Crema scura e con contorno marrone scuro: Probabile sovra-estrazione o, altro grave errore, tazzina del caffè bollente. Quest’ultimo difetto può decisamente rovinare l’esperienza della nostra degustazione, in quanto non solo ci ustioneremo lingua e labbra, ma berremo un caffè a dir poco sgradevole e privo di aromi. 
  • Crema con bolle d’aria: Probabile sotto-estrazione, il caffè potrebbe essere stato preparato troppo velocemente ed essere quindi poco corposo
  • Crema grumosa ed eccessivamente densa: il Caffè è probabilmente bruciato. 

 

Come ottenere la crema perfetta

Per realizzare una buona crema, dovete tenere conto di quattro fattori: 

  1. Macinatura del caffè: fine e omogenea
  2. Il caffè: sempre fresco e e macinato poco prima della preparazione dell’espresso.
  3. Quantità di Caffè: abbondante e distribuito uniformemente nel porta-filtro
  4. Pressatura del caffè: effettuata correttamente con i giusti movimenti (movimento di torsione del pressino)

 

Come avete visto, la crema del caffè espresso dice molto, a tratti moltissimo, sul caffè che stiamo per bere. E siamo certi che, dopo le nostre indicazioni, avrete molti più elementi per degustare consapevolmente i vostri caffè. Se però non siete ancora del tutto convinti, e ne volete sapere di più, continuate a seguirci, perché nei prossimi articoli vi porteremo alcuni esempi per riconoscere a colpo d’occhio quanto vi abbiamo presentato finora. 

 

E, se volete imparare a preparare un vero caffè espresso a regola d’arte, vi aspettiamo al nostro corso di Caffetteria! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares
Inizia chat
Vuoi informazioni sui nostri corsi?
Ciao, se vuoi informazioni sui nostri corsi non esitare a scriverci 🍹