bicchiere di vermouth
Il Vermouth
19 Febbraio 2020
le marasche per il maraschino
Il Maraschino
19 Febbraio 2020

I compiti di un Bar Manager

I principali compiti del bar manager si possono racchiudere in tre grandi macro-gruppi che, a diversi livelli, riassumono tutto ciò che concerne l’attività del bar manager.

I compiti sono di tipo:

  • Organizzativo
  • Operativo
  • Gestionale-finanziario

Ogni gruppo si riferisce alle mansioni di competenza del bar manager e identifica gli step necessari per il raggiungimento dell’obiettivo comune, ovvero quello di portare profitto all’azienda in cui si lavora.

Il format serale-notturno sembra essere il più difficile da gestire, in quanto colpisce un target di clientela che presenta maggiori esigenze rispetto alla clientela che fruisce delle altre tipologie di bar. In questo caso l’utente non ha l’esigenza diretta di frequentare questa tipologia di locale, ma è solito farlo per piacere ed è anche disposto ad effettuare molti chilometri per raggiungerlo. Inoltre, questo tipo di locale è soggetto all’influenza delle mode del momento e, per questo, è vittima di maggiore concorrenza e competizione da parte delle altre strutture presenti sul territorio.

Per tale motivo non basta dare un buon servizio e un ottimo prodotto, ma bisogna creare atmosfera e riuscire a scatenare un’emozione nel cliente, un vortice di sensazioni di benessere e positività date dall’appagamento dei sensi. Una serata piacevole in un locale che soddisfa le esigenze, anche latenti, del cliente, molto probabilmente lo porterà a tornare.

Tutto il management dell’attività è quindi incentrato su questo obiettivo, che ha come fine ultimo il profitto dell’azienda.

Anche le azioni del bar manager sono atte a perseguire questo fine e, per quanto possano in certi casi sembrare di irrilevante importanza, sono invece parte di un unico grande meccanismo che deve funzionare in ogni sua parte.

I principali compiti del bar manager

  • Coordina le attività e risolve gli eventuali problemi con la clientela;
  • Gestisce e mantiene le strutture del bar;
  • Risponde alle domande relative alla politica del bar e risolve eventuali disservizi verso i clienti;
  • Comunica e coopera con gli altri manager per assicurare il coordinamento delle attività;
  • Seleziona e assume il personale bar (eventualmente insieme al Food & Beverage manager)
  • Assegna i compiti al personale e determina i turni;
  • Valuta i fornitori per le forniture esterne con il benestare del Food & Beverage manager;
  • Prepara gli ordini e li consegna al Food & Beverage manager;
  • Raccoglie i dati relativi alle riserve monetarie e alle spese (contabilità di cassa);
  • Osserva e monitora le performance dei subordinati per assicurarne l’efficienza e l’aderenza alle regole e alle procedure (standard);
  • Controlla la pulizia e l’ordine del bar e degli spazi aperti al cliente.

Alcune delle attività elencate non sono svolte direttamente dal bar manager, il quale, però, ne è il responsabile

Più in particolare, il bar manager  interviene nei processi di:

  • Organizzazione e coordinamento del lavoro di un gruppo di persone nelle varie aree di competenza (bartender, back, camerieri, ecc);
  • Controllo della disponibilità di tutte le risorse (materiali, risorse umane, risorse finanziarie) e, in caso di carenze, organizzazione degli approvvigionamenti;
  • Organizzazione della comunicazione interna ed assicurazione del fatto che tutto il personale abbia le informazioni utili a svolgere al meglio il proprio lavoro; definisce  gli standard lavorativi inerenti al reparto, li comunica e li spiega al personale (policy);
  • Valutazione e selezione del personale bar;
  • manutenzione ed aggiornamento della documentazione (registri, libri contabili, ecc) relativa alle attività e ai servizi offerti dal bar.

Bar manager, ma non solo

La quantità di relazioni che il bar manager intrattiene è di solito molto elevata, specie per coloro che operano in grandi strutture. Le relazioni più frequenti sono quelle con i clienti. Qui il bar manager si interfaccia con una serie di altre figure manageriali assegnate ad aree specifiche:

  • Il kitchen manager. È il responsabile dei servizi di ristorazione: controlla le attività delle cucine, decide sui menù, contatta i fornitori, definisce i costi.
  • Il convention service manager. Si occupa di tutte le attività relative all’organizzazione di eventi, incontri, congressi che si rivolgono a categorie e gruppi specifici di clienti.
  • Gli assistant manager. Intervengono su varie questioni e problematiche che quotidianamente si presentano. Le aree su cui intervengono sono varie: dall’amministrazione, alla comunicazione, al personale, e così via.

Caratteristiche occupazionali

Il livello di stress a cui questa figura deve far fronte è molto alto. Il lavoro va spesso ben oltre le 8 ore giornaliere. Il bar manager passa gran parte della sua giornata al lavoro e può essere chiamato in qualsiasi momento.

Inoltre il lavoro non è per niente routinario e presenta ogni giorno continui imprevisti.

Le possibilità di carriera dipendono in larga parte dal tipo di struttura in cui si lavora; se, ad esempio, il bar manager opera per una catena di locali e si distingue per le sue funzioni nell’ambito della comunicazione, può ambire a svolgere un ruolo strategico nella comunicazione dell’intero gruppo, mentre se è il locale è piccolo o medio, può puntare ad una struttura più grande.

Il salario può variare molto a seconda del livello di responsabilità e del tipo di bar. 

Sono soprattutto le grandi catene, spesso di proprietà di forti gruppi economici, ad avere dei manager e ad assumere bar manager dall’esterno per la gestione dei bar.

Le competenze di un bar manager

Le competenze che un bar manager deve possedere sono inevitabilmente connesse con il tipo di processo lavorativo che svolge, caratterizzato da un elevato grado di relazioni interpersonali

Egli deve dunque acquisire competenze relative a:

  • orientamento al servizio;
  • comunicazione interna efficace;
  • coordinamento delle attività;
  • gestione delle risorse umane;
  • gestione delle risorse materiali;
  • sensibilità sociale e ascolto attivo;
  • identificazione e risoluzione dei problemi.

Management

Conoscenza dei principi e dei processi relativi alla pianificazione, gestione ed organizzazione del business. Sono incluse le tecniche di pianificazione strategica, l’allocazione delle risorse, la gestione e il potenziamento delle persone, tecniche di leadership e metodi di produzione.

Customer and personal service

Conoscenza dei principi e dei processi per fornire ai clienti servizi efficienti. Include quindi la conoscenza di tecniche di valutazione dei bisogni, standard di qualità del servizio, sistemi alternativi di fornitura del servizio, tecniche di valutazione della soddisfazione del cliente.

Risorse umane

Conoscenza delle politiche e pratiche di gestione delle risorse umane. Tra queste, le procedure di reclutamento, selezione, formazione e avanzamento professionale, l’uso di forme di riconoscimento dei meriti (premi e benefits), le forme di coordinamento e comunicazione interna.

Economia e contabilità

Conoscenza dei principi di economia e contabilità, compreso il beverage cost.

Sicurezza pubblica e salute

Conoscenza di tutta la normativa relativa alle norme di sicurezza e prevenzione.

Vendite e marketing

Conoscenza dei principi e dei metodi di comunicazione, promozione, vendita di prodotti e/o servizi. Sono incluse le strategie di conoscenza di sistemi di controllo delle vendite.

Informatica

Conoscenza delle maggiori applicazioni informatiche e dei metodi di carico e scarico del magazzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares