Flair e Mixology: la Storia e le Definizioni
22 Marzo 2017
Consigli per gestire un bar
Come gestire un bar? Consigli per le Gestione di un Bar
6 Aprile 2017

Come preparare la Caipirinha

Segui i consigli di Accademia del Bar per preparare uno dei più celebri cocktail brasiliani: la Caipirinha. Ti bastano lime, zucchero e cachaca!

Ricetta Caipirinha



AUTORE:
COCKTAIL: Caipirinha

Nella preparazione della Capirinha, gli ingredienti sono pochi: attenzione, però, a trattarli nel modo giusto! Gli ingredienti si completano in perfetta armonia senza che nessuno predomini sugli altri. Attorno alla base costituita da cachaça, limone, zucchero e ghiaccio si può inventare, sperimentare e anche discutere. Se si prende come esempio la ricetta IBA si noterà che la quantità di lime e zucchero sono ben specificate ma ormai, quando si parla di acidità e dolcezze, ci si riferisce ad un canone di equilibrio che è difficile da quantificare; è più corretto, a nostro avviso, definire la caipirinha “una buona dose di cachaca completata da un equilibrio di lime e zucchero, a discrezione estremamente personale.

INGREDIENTI IN OZ:
1/2 lime tagliato a cubetti
2 barspoon di zucchero
2 oz di cachaca

Per preparare al meglio la Caipirinha:

  1. tagliare un lime maturo, dopo aver tolto i piccioli, da estremità a estremità (per dirla alla Bolognese, “per la lunga”!);
  2. Rimuovere la parte bianca dal lime per evitare che nella successiva fase escano note amare sgradevoli;
  3. Tagliare le due metà del lime a cubetti, più o meno grandi a seconda della maturità del lime. Non sempre si può scegliere e a volte si è costretti ad usare prodotti non ancora”pronti”. Quindi, se il lime è maturo, si può tagliare anche in 4 parti mentre, se non è maturo, è necessario tagliarlo in più parti di piccole dimensioni, per non avere troppe note amare quando lo andremo a pestare. Molti brasiliani di mia conoscenza tagliano il mezzo lime in 12 piccoli pezzettini, a prescindere e utilizzano un lime per porzione.
  4. Posizionare i lime sul fondo del bicchiere con la buccia a contatto con il vetro: in questo modo, la fuoriuscita degli olii presenti nella buccia del lime, essenziali per una buona caipirinha, sarà controllata.
  5. Aggiungere zucchero a piacere ma attenzione! Fondamentale è che sia bianco: di canna o di barbabietola poco importa ma è essenziale che si sciolga completamente durante la preparazione, per avere un drink omogeneo (processo molto più complesso con lo zucchero grezzo).
  6. A questo punto dovremmo pestare, per fare in modo che il succo che esce dal lime sciolga lo zucchero.

Scopri il Corso Barman di Accademia del bar

40 ore di formazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares