Cocktail Clover club: ricetta e preparazione
7 Ottobre 2019

Bacardi Cocktail

Ricetta Bacardi Cocktail

Il cocktail Bacardi è una variante del cocktail Daiquiri (che contiene rum, succo di lime o limone e sciroppo di zucchero, anziché lo sciroppo di granatina). La versione che conosciamo noi oggi è nata negli USA. Le prime ricette del Bacardi apparvero verso il 1917, in un ricettario di Tom Bullock, “Ideal Bartender”. Il distillato Bacardi è invece legato a Don Facundo Bacardi. Nato in Catalogna, si trasferì successivamente a Santiago di Cuba per avviare un’attività di commercio in vini. Poi nel 1862 acquistò un alambicco e cominciò la distillazione della melassa da canna da zucchero delle piantagioni vicine. Il suo ron (rum), diffusosi prima a L’Avana e poi in Florida, ebbe un grande successo.

Ci fu una pausa solo durante il proibizionismo, quando furono interrotte le esportazioni verso gli USA, tuttavia Bacardi continuò l’espansione anche grazie a numerosi “turisti” americani che vennero ad approvvigionarsi alla fonte.Nel 1960 Fidel Castro, con un colpo di mano, nazionalizzò le distillerie di Santiago, ma l’azienda aveva fatto in tempo a trasferirsi in Messico e a Porto Rico. Oggi Bacardi è uno dei maggiori produttori di alcolici del mondo e possiede distillerie alle Bahamas, in Brasile, in Canada, in Venezuela e in Martinica, per un totale di oltre 200 milioni di bottiglie prodotte.

 

La ricetta: ingredienti e dosi

  • 1/2 lime tagliato a cubetti
  • 2 barspoon di zucchero
  • 2 oz di cachaca

Tecnica e preparazione del Bacardi cocktail:

  1. Tagliare un lime maturo, dopo aver tolto i piccioli, da estremità a estremità (per dirla alla Bolognese, “per la lunga”!);
  2. Rimuovere la parte bianca dal lime per evitare che nella successiva fase escano note amare sgradevoli;
  3. Tagliare le due metà del lime a cubetti, più o meno grandi a seconda della maturità del lime. Non sempre si può scegliere e a volte si è costretti ad usare prodotti non ancora”pronti”. Quindi, se il lime è maturo, si può tagliare anche in 4 parti mentre, se non è maturo, è necessario tagliarlo in più parti di piccole dimensioni, per non avere troppe note amare quando lo andremo a pestare. Molti brasiliani di mia conoscenza tagliano il mezzo lime in 12 piccoli pezzettini, a prescindere e utilizzano un lime per porzione.
  4. Posizionare i lime sul fondo del bicchiere con la buccia a contatto con il vetro: in questo modo, la fuoriuscita degli olii presenti nella buccia del lime, essenziali per una buona caipirinha, sarà controllata.
  5. Aggiungere zucchero a piacere ma attenzione! Fondamentale è che sia bianco: di canna o di barbabietola poco importa ma è essenziale che si sciolga completamente durante la preparazione, per avere un drink omogeneo (processo molto più complesso con lo zucchero grezzo).
  6. A questo punto dovremmo pestare, per fare in modo che il succo che esce dal lime sciolga lo zucchero.

 

 

Scopri il Corso Barman di Accademia del bar

40 ore di formazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares