Bellini Cocktail - Accademia del Bar
Preparare il Bellini Cocktail in 5 passaggi
27 aprile 2017
Macinadosatore - Accademia del Bar
Come funziona il macinadosatore?
12 maggio 2017
Mostra tutti

Chi è il Bar Manager?

Bar Manager - Scuola Barman Accademia del Bar

Il Bar Manager è il gestore che in prima persona si occupa dei servizi del bar. Questa figura è responsabile della buona riuscita e della qualità delle operazioni svolte dall’attività commerciale.

Come abbiamo spiegato nel post di qualche settimana fa, gestire un bar è per tutti, servono delle doti personali come socialità ed intraprendenza per ricoprire questo ruolo.

Oggi entriamo più nello specifico e vediamo quali competenze e quali requisiti deve possedere un Bar Manager.

Innanzitutto è importante suddividere la figura professionale in due categorie:

  • Office Bar Manager
  • Executive Bar Manager, anche detto bartender

La differenza tra queste due categorie è che l’Office bar Manager dovrà aiutare i Bartender solo in caso di necessità per eccessivo carico di lavoro, altrimenti dovrà solo controllare e correggere l’operato degli stessi e al di sotto di lui avrà un supervisor, rappresentato da un Bartender.

Invece l’Executive Bar Manager sarà un Bartender a tutti gli effetti che oltre a compiti manageriali dovrà compiere tutti i lavori del Bartender normale, comprese le pulizie.

 

Corso Bar Management

Sconto del 10%

SE TI ISCRIVI ENTRO IL 31 AGOSTO

 

AREE DI COMPETENZA DEL BAR MANAGER

 

Vediamo i compiti e le aree di competenza del Bar Manager:

  • Fornisce ai Bartender istruzioni, riconoscimenti e supporto verbale sulle procedure aziendali o locali (in caso di catena) dei bar.
  • Insieme al Food & Beverage Manager valuta la linea lavorativa e gli standard lavorativi apportando le varie modifiche, se necessarie.
  • Seleziona e valuta nuovi candidati e trova i sostituti o gli extra necessari per lavorare con la quantità adatta di risorse umane necessaria per mantenere un’accettabile costumer satisfaction.
  • Addestra e informa i Bartender che stanno lavorando sotto gli standard di soddisfazione affinché sia mantenuto alto il livello di qualità
  • Organizza insieme agli altri manager riunioni del personale per comunicare eventuali variazioni della linea di lavoro, incentivi, eventi speciali e chiarire problematiche che si sono create durante lavoro per evitare inutili incomprensioni che sarebbero controproducenti per il locale stesso.
  • Come responsabile del settore Beverage, il Bar Manager funge da intermediatore tra i dipendenti del suo reparto, cioè i Bartender (organi esecutivi), e la direzione o la proprietà (organi direttivi).

Una buona comunicazione dall’alto verso il basso e viceversa è alla base di un’alta qualità del lavoro e un alto grado di soddisfazione dei collaboratori che si sentono parte di un gruppo unito verso obiettivi comuni.

 

REQUISITI PRIMARI

 

Quali sono i requisiti necessari per coprire questa posizione? Ecco un elenco:

  • Responsabilità individuale
  • Spirito d’innovazione
  • Capacità di lavoro sotto stress
  • Pensiero strategico
  • Comunicazione
  • Organizzazione
  • Carisma

Grazie a queste doti personali, il Bar Manager dovrà essere d’esempio per tutti i dipendenti evitando polemiche con i suoi superiori (conformità ad un modello) difendendo sempre le decisioni prese e dovrà essere operativamente impeccabile sul lavoro dimostrando grandi capacità lavorative per non perdere l’influenza sui Bartender.

Infine, dovrà avere spirito d’innovazione cercando sempre nuove ricette e metodi di lavoro per tenere il livello del locale il più alto possibile (costumer satisfaction).

 

Vuoi saperne di più su questo mondo e su come sfruttare le tue caratteristiche personali per gestire il tuo bar?

 

Scopri il Corso di Bar Management di Accademia del Bar!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares